Ci.A.Gi. Compressori

INTERVISTA A THOMAS PAULETTI

Thomas Pauletti, classe 1987, lavora con noi dal novembre del 2017.

E’ entrato in CIAGI portando con se una pluriennale esperienza nel mondo dell’idraulica, che gli è tornata utile nell’installazione degli impianti ad aria. Tuttavia il lavoro di un tecnico in CIAGI richiede che si sviluppino competenze in diversi settori, tant’è che come Thomas ci racconta, arrivato qui ha avuto molto da imparare. Del mondo dei compressori, per esempio, aveva solo una conoscenza superficiale.

“Non nascondo che inizialmente ero un pò intimorito dalla vastità delle competenze che avrei dovuto acquisire, perchè il processo che porta dall’ideazione alla messa in funzione di un’eccellente sala compressori è complesso e articolato, e richiede svariate conoscenze. Fortunatamente i miei timori si sono rapidamente dissipati quando sono entrato a far parte della squadra CIAGI ed ho avuto modo di percepire l’aria di collaborazione che si respira tra i ragazzi. Ci si aiuta, non c’è competizione nel gruppo ma piuttosto la volontà di lavorare bene insieme e di portare a termine ogni cantiere con successo.”

Thomas dice che l’azienda è molto professionale, attentissima alle esigenze del cliente. Tuttavia, non tralascia l’aspetto umano: ogni dipendente si sente parte di un progetto, tutelato come persona, mai un numero. Questo secondo lui è fondamentale per lavorare bene e rappresenta uno dei punti di forza di CIAGI. Lo ha sperimentato in prima persona, quando nei suoi primi periodi in azienda, i colleghi più esperti si sono adoperati per insegnargli il mestiere, con pazienza, fino a renderlo indipendente.

 

“Ci sono ancora molte cose che devo imparare, non mi sento di certo arrivato, ma ad ogni mio dubbio trovo sempre collaborazione ed una pronta risposta, e questo è un bell'incentivo a voler imparare sempre di più. A volte ovviamente capitano delle discussioni, ma c’è sempre la volontà di risolverle in modo positivo e costruttivo.”

Questo è per Thomas il bello di lavorare in CIAGI: l’aver trovato, all’interno della stessa azienda, professionalità, collaborazione, e formazione.FOTO THOMAS PAULETTI

INTERVISTA A THOMAS DAL MAGRO

Thomas dal Magro, 36 anni, lavora in CIAGI da 5.

Fa parte della squadra dei manutentori coordinata da Stefano de Col e si occupa dell’installazione e della manutenzione degli impianti di aria compressa.

Thomas ci spiega che a seconda dell’entità dell’intervento, si lavora da soli o in team:

“Quando si tratta di piccoli interventi di manutenzione ordinaria, generalmente mi reco dal cliente e porto a termine il lavoro in autonomia. Altre volte, quando si presenta la necessità di operare su grandi sale compressori, o di doverne installare una ex novo, può capitare di lavorare in coppia. Tra tutti c’è un buon feeling e una buona intesa lavorativa, ci si capisce al volo e a fine cantiere, la soddisfazione di vederlo finito e fatto bene è di tutta la squadra.”

Thomas racconta che due anni fa, un cliente ci ha chiesto di progettare e installare un impianto di aria compressa nel suo nuovo stabilimento produttivo in Romania. Il cantiere ha richiesto 10 giorni lavorativi, in totale autonomia, per essere portato a termine. Thomas la ricorda come un’esperienza molto formativa e soddisfacente a livello professionale, oltre che come l’occasione perfetta per sviluppare una notevole indipendenza anche in cantieri di dimensioni importanti.

“La parte che preferisco del mio lavoro, è quella in cui devo pensare, studiare, ragionare su quale sia la soluzione migliore per soddisfare le esigenze del cliente. Non trascuro mai la parte estetica: un impianto deve essere in primis efficiente, ma anche fatto bene. Se posso scegliere tra due soluzioni ugualmente efficaci, opto sempre per quella più bella da vedere, lo sanno tutti che anche l’occhio vuole la sua parte, e per me è una regola da seguire.”

A Thomas piace lavorare in CIAGI perché siamo un’azienda in espansione, che punta sempre a crescere e migliorare. Questo grazie anche alla lungimiranza della dirigenza, che ci sprona ad essere curiosi, aggiornati, e a non essere mai stufi di imparare mettendoci a disposizione tutti gli strumenti per poter essere al passo con i tempi.

INTERVISTA A FEDERICO REMEDI

In CIAGI siamo soliti ribadire, con un certo vanto, il nostro essere un’azienda giovane. Sia perché la fondazione dell’azienda risale a poco più di 10 anni fa, sia perché noi che ne facciamo parte abbiamo un’età compresa tra i 24 e i 44 anni. Proprio in virtù di questa nostra peculiarità abbiamo pensato di cominciare il nuovo anno delle interviste CIAGI presentandovi Federico, che tra tutti è il più giovane. Classe 1996, Federico lavora con noi dal 2017. Nonostante la giovane età, in questi anni Federico ha acquisito dimestichezza e indipendenza nello svolgere le sue mansioni e si è costruito un ruolo importante all’interno del team. Federico si occupa principalmente della manutenzione delle sale compressori, della realizzazione ex novo di impianti industriali, e di curare alcuni aspetti dell’assistenza post-vendita, un servizio al cliente a cui noi riserviamo particolare attenzione. A Federico piace la dinamicità del suo lavoro, che lo porta ad essere per la maggior parte del tempo fuori sede. Questo gli consente non solo di conoscere personalmente i clienti, ma anche di interfacciarsi direttamente con le esigenze di ognuno, rilevare eventuali problemi e trovare la soluzione migliore per risolverli. E’ molto probabile incrociarlo per le strade della provincia di Belluno con le macchine della flotta aziendale, diretto verso la sede di qualche cliente che richiede un nostro intervento, anche se il suo raggio d’azione comprende tutto il territorio regionale. Secondo Federico, lavorare in CIAGI è bello soprattutto perché siamo un’azienda solida, che ti fa sentire non solo tutelato ma anche valorizzato, incentivato ad imparare e ad arricchirti professionalmente.

“Quando sono arrivato in CIAGI non sapevo praticamente nulla dei compressori ma ora, grazie al tempo che mi hanno dedicato i miei colleghi più esperti, ho acquisito una buona conoscenza del prodotto e sono in grado di gestire in piena autonomia interventi e installazioni di vario tipo. Questo mi rende orgoglioso del mio operato, e la fiducia che i miei colleghi hanno riposto in me fin dall’inizio, il tempo che hanno investito nell’insegnarmi i segreti del mestiere mi sprona ogni giorno ad imparare cose nuove e a fare sempre meglio.”

Federico è stato sicuramente un acquisto vincente per la nostra azienda, ed è per noi la prova concreta che investire sui giovani e sulla loro formazione può essere davvero fonte di belle soddisfazioni!FOTO FEDERICO REMEDI

INTERVISTA A CRISTINA D'INCAU

FOTO CRISTINA DINCAUChiudiamo l’anno in bellezza, presentandovi Cristina, la nostra impiegata amministrativa.

Impeccabile ed elegante, Cristina gestisce la contabilità della ditta da ben 17 anni. Si può dunque ben dire che la nostra impiegata conosca l’azienda come le sue tasche!

Sempre preparata e competente, è un solido punto di riferimento per tutti i dipendenti CIAGI che a volte, la prendono in giro per via della sua meticolosa precisione; in realtà sappiamo bene che è proprio questo suo rigore a renderla un’ottima impiegata amministrativa. È in effetti assai difficile che qualcosa possa sfuggire al suo controllo!

Cristina ama il suo lavoro, seppur non neghi che sia impegnativo e richieda una buona dose di preparazione, oltre che a ottime capacità di problem solving.

L’aspetto che preferisce del suo ruolo in CIAGI sta nel fatto di essere indipendente nell’organizzazione del suo lavoro. Questo comporta che sia a sua discrezione decidere la priorità delle mansioni da svolgere quotidianamente, e denota la fiducia che la proprietà ripone in lei e nel suo lavoro. Ovviamente ciò la rende orgogliosa di sé e del proprio operato, che dopo tanti anni continua a svolgere con professionalità e dedizione.

Secondo Cristina CIAGI, a oltre dieci anni dalla sua fondazione, continua ad essere un’azienda che si distingue per il suo essere giovane e dinamica.

La cosa che secondo lei ci caratterizza positivamente e rappresenta un nostro punto di forza, sta nella capacità che abbiamo di lavorare bene in team. L’ essere un gruppo coeso e collaudato. Questo ci permette di essere vincenti anche nella risoluzione dei problemi o di quei piccoli contrasti che a volte inevitabilmente sorgono, ma che sempre si risolvono con esito positivo.

PRESENTATO A BELLUNO IL PROGETTO SicuraMente guida sicura

foto guida sicura per sito

Era stato preannunciato qualche mese fa e ora, il progetto SicuraMente Guida Sicura è stato presentato, per mezzo conferenza stampa, alla presenza di autorità, main sponsor e patrocinanti. Siamo molto orgogliosi di veder finalmente concretizzato un progetto  che per mesi ci ha visti impegnati nell’organizzazione, nel coinvolgimento di istituzioni e scuole superiori, così come di altri partners, al fine di realizzare e presentare un’iniziativa che fosse il più efficace e strutturata possibile. 

Possiamo dirci soddisfatti di quanto abbiamo realizzato: un progetto dalla durata triennale, che interesserà le classi quinte di tutti gli istituti superiori del territorio provinciale. Circa 3000 ragazzi verranno coinvolti, tra lezioni pratiche e teoriche, guidati da una figura d’eccezione: Andrea Fontana, pilota e istruttore di guida sicura. Il progetto è nato da un'idea delle nostre aziende mosse dalla precisa e ferma convinzione di voler essere vicini ai giovani del nostro territorio. Abbiamo poi pensato di coinvolgere anche Andrea Fontana, figura di spicco nel bellunese per la sua carriera sportiva, che ha sposato con entusiasmo la nostra iniziativa. Iniziativa che, con nostra soddisfazione, ha riscosso un notevole interesse nel territorio provinciale. Insieme a noi, molte altre realtà hanno intuito il potenziale e la rilevanza sociale di SicuraMente Guida Sicura, tant’è che è che è stato concesso il patrocinio e l'appoggio di importanti realtà e istituzioni locali.  Primo tra tutti, il ROTARY CLUB BELLUNO che ha voluto unirsi a noi come organizzatore  e promotore di SicuraMente Guida Sicura, avendo intuito il potenziale del progetto e il forte impatto positivo e a lungo termine che può avere su cosi tanti giovani bellunesi.

E’ stato molto gratificante per noi, in veste di promotori di questa attività, riscontrare una risposta tanto positiva da parte delle scuole e delle istituzioni, e di una cospicua partecipazione da parte di nuovi sostenitori che hanno voluto dare il loro contributo in favore di SicuraMente Guida Sicura.  Ci piace sottolineare come anche KAESER COMPRESSORI, di cui CIAGI è distributore ufficiale, abbia voluto partecipare in qualità di sponsor. Si tratta in effetti di un'inziativa ambiziosa, unica in provincia, che vanta non solo partnership importanti ma soprattutto il preciso scopo di essere concretamente e attivamente vicini ai ragazzi. Crediamo che questo sia il punto di forza che rende SicuraMente Guida Sicura una sfida vincente.

Partecipare a questo progetto significa sostenere il primo passo per la costruzione di un futuro più sicuro per tutti,  e ci sembra per questo doveroso ringraziare i nostri clienti. E’ anche grazie a loro che ci è possibile investire risorse in favore del nostro territorio. Le lezioni prenderanno il via già nel corso del 2019, e si protrarranno per i successivi tre anni scolastici, fino quindi al 2022. Non si esclude tuttavia un eventuale ulteriore sviluppo futuro. 

 

Leggi tutto

Altri articoli...